Felino

Cenni Storici

Sulle derivazioni Del nome “Felino” i pareri sono diversi e discordi. Alcuni infatti ritengono non essere fuori luogo supporre una derivazione da "figulinus", o "figlinus", o "figlinus exercère", accostando alla considerazione della esistenza in questo territorio di una lavorazione e cottura di certa terra argillosa per fabbricazione di laterizi.


Altri ritengono che Felino derivi da "Filinum", ovvero dal nome di coloro che qui ottennero in assegnazione al propria parte di agro nella distribuzione delle terre emiliane operata dai Romani, tra il 190 e il 183 a.C. dopo averle tolte ai Liguri.
I primi insediamenti umani organizzati nella zona risalgono tuttavia ad un'epoca anteriore a quella romana, infatti scavi avvenuti in località Monte Leoni (Barbiano) hanno portato alla luce un'antica abitazione, che è la prima casa datata sicuramente delle terramare della Provincia di Parma. Di età romana è invece la villa rustica, scoperta casualmente nell'estate del 1981 durante alcuni lavori per una lottizzazione artigianale. L'importanza di Felino in epoca medievale è testimoniata dalla presenza dell'omonimo Castello.


La costituzione del comune di Felino come autonomo risale al 1806, nel periodo napoleonico e sino al 1814 Felino rientrò nel Dipartimento del Taro; inoltre fino a quell'anno gli atti di stato civile vennero redatti in lingua francese e solo successivamente furono scritti in italiano. Durante il governo di Maria Luigia e successivamente dei Borbone il comune fu governato dal Consiglio degli Anziani, presieduto dal Podestà. Il 28 luglio 1859 i Notabili del comune e il Consiglio stesso decisero di dichiarare la loro sudditanza al Re Sabaudo Vittorio Emanuele II. Le Amministrazioni e le iniziative private hanno contribuito, a partire dai primissimi anni del 1900, alla trasformazione del paese, dando il via a quella serie di interventi urbanistico-edilizi che danno a Felino ed alle sue frazioni il volto attuale.

OFFERTA ENOGASTRONOMICA: La grande tradizione agricola e di trasformazione e conservazione della zona di Felino, ha favorito il suo affermarsi come polo industriale per la lavorazione delle carni e degli insaccati. Felino è sede di numerose piccole e medie aziende in campo agro-alimentare tra cui la nota produzione del salame Felino e del prosciutto di Parma.
Nella frazione del Poggio di Sant'Ilario Baganza è presente lo stabilimento Citterio.

CURIOSITA’:  È degno di nota l’umorismo di François Guillaume Leon Du Tillot (1711-1774), Primo Ministro del Duca di Parma don Filippo di Borbone nella seconda metà del Settecento, che, ricevuto il marchesato di Felino – titolo esclusivamente onorifico e privo di rendite o patrimoni – per i suoi fedeli servizi, con ironia avrebbe commentato: “Voilà, je suis marquis d’un pays de saucissons”, ossia: “Ecco, sono marchese di un paese di Salami”, celebre battuta che conferma come, già nel 1764, il paese fosse conosciuto per la produzione del suo insaccato.

FRAZIONI: Barbiano, Ca' Cotti, Ca' Gialla, Casale, Gazzi, Parigi, Poggio, San Michele de' Gatti, San Michele Tiorre, Sant'Ilario Baganza, Soragnola

Felino (distanza da Parma 16 km)


In auto
Da Milano
Percorrere l'autostrada del Sole A1 in direzione Parma, continuare sull'autostrada della Cisa A15, uscire a Parma Ovest, seguire la direzione Ponte Taro percorrendo la SS 9 Via Emilia, continuare in direzione San Pancrazio, prendere la SS 62, giunti a Stradella seguire indicazioni per Felino.

Da La Spezia
Prendere l'autostrada della Cisa A15 in direzione di Parma, uscire al casello di Fornovo di Taro, seguire la direzione Passo della Cisa - SS 62, continuare seguendo indicazioni per Felino.

In treno
Il comune di Felino non ha una propria stazione ferroviaria, le stazioni più vicine sono quelle di Parma (distante 18 km circa) servita dalla linea ferroviaria Milano - Bologna (linea principale) e di Collecchio (distante 7,5 km circa) servita dalla linea ferroviaria Parma - La Spezia.
Dalle rispettive stazioni si prosegue per Felino in autobus con le autolinee "TEP".

In autobus
Autolinee TEP S.p.A. (Tranvie Elettriche Parmensi): E' l'azienda che gestisce il trasporto pubblico urbano ed extraurbano a Parma e provincia. La sede è in Via Taro, 12 (Centralino Tel. 0521/2141; Telefax 0521/214444 - 0521/214333).
Linea extraurbana 102: S. Michele Tiorre - Felino
Linea extraurbana 103: S. Michele Tiorre - Parma
Linea extraurbana 104: Felino - Sala Baganza - Collecchio Montecoppe - Parma
Per informazioni sulle linee e gli orari visitare il sito web www.tep.pr.it

Uffici Informazioni

Comune di Felino
Indirizzo: Piazza Miodini 1 - 43035 Felino (PR)
+ 39 0521-335951
cfelino@comune.felino.pr.it
www.comune.felino.pr.it

Cosa visitare