Le chiese
Settembre 15, 2023
IL Borgo
Ottobre 6, 2023

Castello di Felino

Il Castello di Felino sorge in posizione dominante e strategica su un colle distante circa 1 km dal paese. Le prime notizie certe di un "castrum" a Felino (da ricordare però l’esistenza di una "curtis" menzionata in un diploma dell’Imperatore Lodovico II del 863) risalgono al 1140, tuttavia la storia del feudo e del Castello è chiaramente documentata dal 1186, quando l’Imperatore Federico Barbarossa ne investe Guido de Ruggeri.
Con lo sposalizio di Agnese Ruggeri con Hacopo Rossi, il Castello entra nel 1325 a far parte del sistema difensivo della potente famiglia dei Rossi.

I Rossi tennero la fortezza per un centinaio di anni e proprio a loro si fa risalire la struttura attuale del Castello, la cui storia si intreccia con personaggi quali quello di Pier Maria Rossi, che lo tenne sino al 1483, anno in cui fu conquistato con l’inganno da Ludovico il Moro, il quale fece abbassare le fortificazioni e le cinte del Castello.
Il Castello passò quindi agli Sforza, ai Francesi (1499) da a Pietro di Rohan, ai Pallavicino e successivamente agli Sforza di Santa Fiora ed ai Conti Masi (1598). Nel 1612 entrò a far parte della proprietà della Camera Ducale Farnesiana e fu utilizzato dai Farnese prima e dai Borbone poi come bene per ricompensare funzionari al loro servizio. Fu infatti assegnato anche al Marchese Du Tillot che intrattenne nell’alcova del Castello una segreta relazione con la bellissima amante Anna Malaspina. Dal 1755 al 1935 fu proprietà della Mensa Vescovile, poi della famiglia Brian, della famiglia Pianzola e dei Conti del Bono.

Il massiccio edificio è cinto da fossato, con quattro torrioni angolari ed un bel cortile interno. Oggi, dopo un lungo restauro ad opera dell’attuale proprietario, il Geom. Sergio Alessandrini che lo ha acquistato nel 1974, è sede prestigiosa per esposizioni, congressi, visite guidate, convegni, pranzi e cerimonie.

Nelle cantine del Castello è stato allestito il Museo del Salame:  in mostra strumenti, attrezzature e immagini d’epoca dedicati al salame più rinomato d’Italia.

L’edificio fa parte del circuito dei Castelli del Ducato (https://www.castellidelducato.it/)

Informazioni

Il Castello di Felino è visitabile solo parzialmente (mura esterne, corte, sotterranei) e le visite guidate sono effettuabili solo su prenotazione.

Aperto dal 1° marzo all’8 dicembre il sabato, domenica e festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00; venerdì su prenotazione per gruppi; da lunedì a giovedì chiuso.
Chiuso da dicembre a febbraio.
In occasione di banchetti il castello potrebbe non essere visitabile, si consiglia di telefonare preventivamente.

Indirizzo: Strada al Castello, 1 - Felino (PR)

Tel. 0521336020/ 0521 272717

Mail. eventi@piuhotels.com

Sito web: www.castellodifelino.it